Quanto consuma la tua casa? - BioClimaHouse - - BioClimaHouse

Vai ai contenuti

Menu principale:

Quanto consuma la tua casa? - BioClimaHouse

Approfondimenti

Comprendere in modo più approfondito il consumo energetico delle nostre abitazioni, può darci un grande vantaggio nella scelta delle azioni da intraprendere, sia se si voglia realizzare una nuova costruzione, sia se si decida di ristrutturare e risanare il patrimonio ediizio esistente.
Nella figura si evidenzia in modo semplificato come avvengono le principali dispersioni energetiche nelle nostre case (In sostanza, vengono evidenziate le perdite di calore in inverno o di freschezza in estate, che ci danno un indicatore di quanti soldi andremmo a spendere annualmente per poter mantenere a temperatura di comfort la nostra casa).

 
 
 
 
 

Negli ultimi anni, con l'avvento della certificazione energetica degli edifici (oggi APE attestato di prestazione energetica), siamo in grado di poter stabilire l'effettivo indice di consumo delle nostre case. Il Grafico sottostante ci mostra le diverse classi energetiche, che vanno dalla A (bassi consumi) alla F(consumi molto alti)

 
 
 
 
 

DI SEGUITO VIENE RIPORTATO UN ESEMPIO PER VALUTARE LA SPESA ECONOMICA DI UNA CASA TIPO:

Si ipotizza un appartamento condominiale di 70 mq in Roma.

Cosa comporta la differente classificazione energetica nei casi più frequenti?

Dall'attestato di prestazione energetica, consegnato all'acquirente, si evince che l'appartamento è in Classe energetica G

Il che comporta un Epi (indice di prestazione energetica) di 160 kWh/mq annuo con 11 200 kWh/anno (ottenuti moltiplicando i 160 kWh/mq annuo alla superficie riscaldata 70 mq)  di consumo energetico per il riscaldamento dell'immobile. Consumo stimato di GAS METANO pari a 1 143 Nmc. pari ad una spesa di (dato di Marzo 2012) 940 euro/anno

Se l'appartamento fosse stato:

in Classe energetica F: 120 kWh/mq annuo con 8 400 kWh/anno consumo stimato di 857 Nmc di metano all'anno con una spesa stimata di 705 euro all'anno

in Classe energetica E: 90 kWh/mq annuo con 6 300 kWh/anno consumo stimato di 643 Nmc di metano all'anno con una spesa stimata di 530 euro all'anno

in Classe energetica D: 70 kWh/mq annuo con 4 900 kWh/anno consumo stimato di 500 Nmc di metano all'anno con una spesa stimata di 411 euro all'anno

ANALISI DEL RISULTATO:

La differenza sostanziale, quindi, tra un apprtamento di 70 mq in Classe energetica "G" ed uno simile, di pari metri quadrati,  in Classe energetica "D" si evidenzia in un risparmio annuo di 529 euro che, stimando una vita utile di 30 anni, comporta un risparmio di 15 870 euro.

   Vale la pena acquistare un immobile in Classe energetica "G"?
   Che valore immobiliare dovrebbe avere?
   Due immobili uguali ma in classe energetica differente, posso valere allo stesso modo?


 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu