Isolamento Pareti all' Esterno,Interno o in Intercapedine? - - BioClimaHouse

Vai ai contenuti

Menu principale:

Isolamento Pareti all' Esterno,Interno o in Intercapedine?

Approfondimenti
L’isolamento delle pareti perimetrali:

Nell’isolare questo elemento costruttivo dell’abitazione, a parità di trasmittanza termica (quantità di calore trasmessa dall'elemento parete), la posizione dell’isolante influenza in modo significativo il comportamentodell’insieme della parete. Sotto questo punto di vista ci si può ricondurre a tre differenti tecniche d’isolamento:

» Isolamento dall’ESTERNO
» Isolamento dall’INTERNO
» Isolamento in INTERCAPEDINE

L’isolamento dall’ESTERNO è la soluzione più efficace per isolare bene un edificio. È consigliato per ambienti riscaldati in continuo con interruzione notturna. Durante il funzionamento dell’impianto si ha un notevole accumulo di calore nelle pareti e il suo rilascio avviene nelle ore notturne, col riscaldamento spento, migliorando notevolmente il comfort termico. Altra caratteristica positiva di questa soluzione è la totale eliminazione di ponti termici causati dalle travi e dai solai. L’installazione di questo tipo di isolamento durante la ristrutturazione di un edificio rende massimo il rapporto costi-benefici. Le metodologie più diffuse nell’isolamento dall’esterno sono:

» SISTEMA A “CAPPOTTO”
» FACCIATA VENTILATA

I vantaggi principali dell’isolamento a cappotto sono:
» isola in modo continuo e uniforme, consente l’eliminazione totale dei “ponti termici” ovvero quei punti che favoriscono la dispersione del calore. Si possono così conseguire un maggiore risparmio energetico (legato anche alla maggiore capacità dell’edificio di trattenere il calore), un maggiore comfort termico e l’eliminazione di muffe sulle superfici interne delle abitazioni, originate dalla condensa in corrispondenza dei ponti termici;
» protegge le pareti esterne dagli agenti atmosferici;
» rende stabili le condizioni termo-igrometriche della struttura degli edifici;
» consente di ridurre lo spessore delle pareti perimetrali con il conseguente aumento delle aree abitative;
» migliora il volano termico delle pareti perimetrali.

Nel caso di interventi di ripristino, il sistema a cappotto comporta una serie di vantaggi non indifferenti, dal lato organizzativo e del risparmio:
» non richiede l’allontanamento degli inquilini durante l’esecuzione dei lavori;
» rallenta il processo di degrado degli edifici offrendo una protezione totale;
» risolve il problema delle crepe e delle infiltrazioni di acqua meteorica;
» permette la realizzazione, in un’unica fase, dell’isolamento e della finitura con evidenti risparmi.

L’isolamento dall’INTERNO è una tecnica poco costosa con una insignificante diminuzione di spazio abitabile. Questo tipo di isolamento è consigliabile per ambienti riscaldati saltuariamente e che quindi devono essere riscaldati rapidamente come per esempio gli uffici, le seconde case e più in generale edifici con impianti termoautonomi.È da ricordare che questa soluzione elimina i ponti termici dei pilastri ma non quelli delle solette nei vari piani.

I vantaggi del sistema di isolamento termico dall’interno sono:
» rapidità di messa in opera;
» posa in opera indipendente dalle condizioni atmosferiche;
» possibilità di posare l’isolamento quando l’edificio è già abitato evitando l’onore di altre opere edili;
» non eccessivi costi di realizzazione.


La soluzione di compromesso è rappresentata dall’inserimento dell’isolante nell’INTERCAPEDINE fra il tamponamento esterno e la muratura a vista interna. Questa è la tipologia di isolamento più utilizzata nelle nuove costruzioni poiché la spesa è modesta e l’intervento risulta conveniente. Particolari interventi di isolamento dovranno essere, in questo caso, effettuati su pilastri e solette per ridurre la dispersione termica attraverso questi ponti termici. Le metodologie più diffuse dell’isolamento in intercapedine sono:

» INTERCAPEDINE CON PANNELLI A FACCIAVISTA
» INTERCAPEDINE CON LATERIZI A FACCIAVISTA

I principali vantaggi dell’isolamento in intercapedine nelle pareti perimetrali sono:
» Instaura un minimo di “volano termico” nella parete interna leggera il che garantisce una più rapida messa a regime della temperatura ambientale quando il riscaldamento è intermittente o attenuato;
» garantisce impermeabilità all’aria (quindi al passaggio dei rumori) e all’acqua. Questo perché la parete è realizzata in modo tale da avere un peso medio-alto con all’esterno uno strato di malta, ma il fattore preponderante che rende impermeabile all’acqua la nostra parete è rappresentato dall’intercapedine d’aria;
» migliora il comfort ambientale invernale eliminando la possibilità di condensa superficiale poiché la presenza dell’isolante fa aumentare la temperatura superficiale della parete interna;
» abbattimento efficace del rumore alle differenti frequenze grazie alla struttura della parete che presenta due strati di chiusura con diversa massa. L’isolante a celle aperte interposto incrementa le prestazioni fonoisolanti della struttura pluristrato.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu